fbpx

Domenica 11 ottobre alle 16.30 Fermento ospiterá una Masterclass dedicata al Vermentino di Gallura, unica DOCG della regione Sardegna, e alla sua personalitá, strettamente legata agli elementi della natura che caratterizzano il lembo nord-orientale dell’isola.

Vitigno secolare, si ritiene che il Vermentino provenga dalla penisola iberica e che si sia diffuso in Languedoc per giungere in Italia -passando dalla Liguria e dirigendosi verso sud- e in Corsica, fino ad approdare in Gallura negli ultimi decenni del XIX secolo.

Qui, nelle aspre terre granitiche della Gallura, il vitigno ha trovato un habitat ideale e oggi offre una delle massime espressioni a livello nazionale. I boschi di macchia mediterranea, la vicinanza del mare e della duna litoranea, la lunga esposizione al sole e l’escursione termica notturna definiscono un microambiente che conferisce ai vini eccezionali prerogative di profumo, tenore alcolico, mineralità e una buona acidità naturale.

I coltivatori locali sottolineano l’importanza delle sabbie da disfacimento granitico in una  viticoltura che va avanti da secoli. Una viticoltura che, in alcune aree, si contraddistingue per l’allevamento delle viti a piedefranco.

Ritrovamenti di recipienti atti a contenere vino e di tracce dello stesso individuati in diverse zone archeologiche della Gallura hanno infatti evidenziato l’esistenza di un‘attività vinicola fiorente giá in epoca nuragica, in particolare nel periodo del Bronzo medio e recente (1400-1200 a. C.).

Grazie alle cure prodigate in vigna e in cantina dai vignaioli di questo territorio, il Vermentino ha guadagnato nel 1975 la denominazione di origine controllata, per ottenere successivamente la denominazione di origine controllata e garantita nel 1996.

Secondo il disciplinare, i vini a DOCG «Vermentino di Gallura» devono essere ottenuti da uve provenienti da vigneti ubicati a quota non superiore ai 500 metri s.l.m. La composizione ampelografica é min. 95% di Vermentino; possono concorrere alla produzione altri vitigni a bacca bianca, non aromatici, idonei alla coltivazione nella Regione Sardegna.

Nel corso della Masterclass, i cinque vini in degustazione -elencati a seguire- ci accompagneranno alla scoperta del carattere mediterraneo di questo vino, con le sue note fruttate e i richiami marini, di erbe aromatiche, bacche, fiori e arbusti. 

Capichera – Vigna ‘Ngena 2019

Cantina della Gallura – Canayli VT 2019

Tani – Taerra 2019

Li Duni – Rena bianca 2019

Sella&Mosca – Monte Oro 2019

LINK MASTERCLASS DAL VIVO

Nel caso i posti per la degustazione siano esauriti, ti invitiamo a scrivere a info@fermentomilano.it per essere inserito nella lista d’attesa.

LINK MASTERCLASS A DISTANZA

L’evento è trasmesso in live streaming e sono disponibili ticket per la partecipazione online con ricezione del kit di degustazione all’indirizzo desiderato (in Italia).

#fermento20 #fermentomilano #fermentoivedizione #fisarmilano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: